Si può aprire a distanza una porta senza cambiare la serratura meccanica già installata?

L’argomento di questa settimana prende spunto dalla domanda di un nostro lettore:
“Come posso aprire automaticamente a distanza il portone del mio condominio, che è dotato di una serratura meccanica?”
La risposta è molto semplice: è sufficiente installare un incontro elettrico. Vediamo insieme come!

In moltissime circostanze esiste la necessità di aprire un accesso senza doverlo raggiungere fisicamente. Che si tratti di un ufficio, un negozio, uno studio oppure, come in questo caso, del portone di un condominio, è sempre possibile elettrificare l’apertura di una comune serratura meccanica, senza modificarla. Infatti nelle situazioni in cui non risulta possibile applicare una serratura elettrica, per mancanza di spazio o per motivi estetici, installare un incontro elettrico è la soluzione più adatta.

L’unico intervento richiesto, oltre ovviamente al collegamento elettrico, è la sostituzione della contropiastra sullo stipite con una che ospita la parte elettrificata. In questo modo l’apertura della serratura può essere comandata da un pulsante posizionato dove è più comodo.

Una contropiastra con incontro elettrico Viro che si può montare con grande facilità.

Una contropiastra con incontro elettrico Viro che si può montare con grande facilità.

Come si installa un incontro elettrico?

Incontri reversibili

Generalmente è preferibile utilizzare incontri reversibili. Sono comodi perché possono essere adattati sia a porte destre che sinistre, a tirare o a spingere, semplicemente montandoli sulla contropiastra in un senso o nell’altro. In questo caso si usano contropiastre (dette “frontali” dell’incontro elettrico) di tipo diritto.

Nei prodotti Viro, inoltre, il meccanismo elettrificato è posto esattamente al centro dell’incontro, che è detto quindi “simmetrico”. In questo modo non solo è facile adattarlo a porte destre o sinistre, ma non è nemmeno necessario, qualunque sia l’applicazione, variare le dimensioni del vano ricavato nello stipite della porta che alloggia l’incontro.

Un incontro reversibile simmetrico Viro, adatto per porte destre e sinistre, a tirare o a spingere.

Un incontro reversibile simmetrico Viro, adatto per porte destre e sinistre, a tirare o a spingere.

Incontri angolari

Su alcuni tipi di porta, come quelle in legno con guarnizioni antirumore, o se la posizione della serratura non lo consente, non è possibile utilizzare incontri reversibilicon frontali diritti. In questo caso bisogna usare un incontro angolare, che si appoggi sull’angolo dello stipite. Negli incontri angolari, ovviamente, le versioni per porte destre sono diverse da quelle per porte sinistre.

Gli incontri angolari sono differenti per porte destre e sinistre.

Gli incontri angolari sono differenti per porte destre e sinistre.

La finitura della piastra

Sia in caso di nuova installazione, che di intervento su una serratura esistente, sarebbe bene che la finitura della piastra del frontale dell’incontro si abbinasse esteticamente a quella della serratura, ad es. in acciaio ottonato, nichelato o inox. Per questo i frontali Viro sono disponibili in diverse finiture.

Gli incontri elettrici Viro sono disponibili di diversi colori e finiture per adattarsi alla piastra della serratura.

Esempio di incontro elettrico in acciaio inox.

Esempio di incontro elettrico in acciaio inox.

Ma un incontro elettrico è in grado di fare molto di più della semplice apertura a distanza. In particolare 3 sono le funzioni avanzate più interessanti, le scopriremo in dettaglio in un prossimo post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *